Benvenuti nel sito di Risguardi

Frankfurt Buchmesse 2014

Posted on ottobre 24th, by Risguardi in Digitale, Editoria, Fiere. No Comments

La 66a edizione della Fiera di Francoforte, tenutasi dall’8 al 12 ottobre 2014, pur registrando un calo nel numero delle presenze — 142.921 visitatori professionisti, circa il 2% in meno rispetto all’edizione 2013, e 269.534 visitatori complessivi, con una flessione di quasi il 2,2% —, è stata accolta con immutato entusiasmo dai professionisti del settore. Particolarmente animato il centro dedicato agli agenti letterari e anche i relatori che hanno affollato il ricco programma di incontri professionali hanno espresso ottimismo sul futuro dell’editoria e sulla sua capacità di “svoltare l’angolo”.

Nel suo discorso di apertura della fiera, Brian Murray della HarperCollins ha parlato di una “nuova era di sperimentazione” che ha già fruttato risultati positivi per gli editori. “Nel settore digitale, ogni volta che si avvia una collaborazione con un nuovo partner o si elabora una nuova offerta si aprono nuove opportunità per il merchandising. Anche se lo spazio per il marketing all’interno delle librerie tradizionali si è ridotto, ogni volta che si introduce un modello digitale originale o un nuovo partner per la distribuzione si creano nuove opportunità di promozione. Bisogna essere all’avanguardia, sperimentare le cose.”

Lo scambio dei diritti resta, naturalmente, la linfa vitale della … Read More »


Grayhawk Agency, Taiwan

Posted on ottobre 24th, by Risguardi in Editoria. No Comments

In una recente intervista a Publishers Weekly, Gray Tan, fondatore e presidente della Grayhawk Agency con sede a Taiwan — rappresentante di importanti autori quali Khaled Hosseini e Jonathan Franzen — ha illustrato alcune tendenze del mercato editoriale in Cina e a Taiwan.

“In Cina tutti sono in cerca di libri da cui sono state tratte serie televisive. House of Cards (in Italia, Gli intrighi del potere) ne è un esempio, ma abbiamo venduto anche altre serie americane famose, come Outlander e la serie di Miriam Black. La triste realtà è che a Taiwan nessuno legge narrativa e non si vende nulla da cui non sia stato tratto un film. Ciò nonostante, quest’anno sono stati pubblicati diversi manuali di successo su come scrivere un romanzo o una sceneggiatura. È come se nessuno volesse ascoltare le storie degli altri e fosse interessato solo a raccontare la propria.

Una delle maggiori sfide per chi rappresenta titoli americani ed europei è la lentezza con cui gli editori cinesi valutano i libri, almeno per quanto riguarda la narrativa. La Cina e Taiwan sono perlopiù mercati che “seguono la scia”, in cui gli editor leggono lentamente, in pochi si affidano agli … Read More »


Entropía, Argentina

Posted on settembre 6th, by Risguardi in Case editrici. No Comments

Entropia: grandezza che misura il disordine in un sistema fisico.
Nata a Buenos Aires nel 2004, in un momento di grande fermento e rinnovamento del sistema letterario argentino, la casa editrice Entropía ha scelto sin da subito di misurarsi con il “caos” delle nuove proposte, cogliendone gli aspetti di novità per valorizzarli.

La scommessa dei quattro soci fondatori – Valeria Castro, Sebastián Martinez Danieli, Gonzalo Castro e Juan Manuel Nadalini – è stata quella di avvicinarsi ad autori nazionali assolutamente esordienti o ancora poco noti e di trovare “divergenze ragionate e coincidenze intuitive” per arrivare di comune accordo a scegliere un manoscritto e a rischiare di farne un libro commerciabile.

Come spesso accade per progetti editoriali di nuova creazione, in cui ciascun componente del gruppo porta i suoi gusti e le sue letture, il catalogo, e quindi la cosiddetta linea editoriale, non ha preso forma sin dall’inizio. Si è andato piuttosto definendo man mano che alcune tendenze si sono affermate e che le risposte del pubblico e della critica hanno premiato questo o quell’indirizzo.

Scorrendo i titoli di Entropía si ha perciò la sensazione – più che del caos – del dinamismo dei suoi editori che, … Read More »


Fiera del Libro di Pechino 2014

Posted on settembre 5th, by Risguardi in Digitale, Editoria, Fiere. No Comments

La XXI fiera del libro di Pechino (27-31 agosto 2014), principale appuntamento per lo scambio dei diritti nell’area asiatica, il cui Paese ospite d’onore per quest’anno è stato la Turchia, si è aperta sotto i migliori auspici, salutata da una considerevole folla di visitatori e soprattutto da un’intensa attività editoriale che ha visto in fermento le tante agenzie letterarie internazionali presenti alla manifestazione. Non c’è da stupirsi, considerati i numeri del mercato cinese: oltre 400.000 titoli pubblicati nel 2012, con una crescita del 10% dei titoli importati; un fatturato previsto per il 2014 di 14,6 miliardi di dollari, con una crescita media stabile dell’11,3% nel corso degli anni precedenti.

Secondo Jackie Huang, responsabile della Andrew Numberg Associates International, il mercato è caratterizzato da una forte richiesta di opere per giovanissimi lettori — basti considerare che il numero dei piccoli lettori cinesi supera quello dell’intera popolazione statunitense: 251 milioni di lettori nella fascia d’età 0-14 — con un particolare interesse per gli illustratori famosi e le storie con valori morali, segnale di una maggiore attenzione da parte dei genitori all’istruzione dei propri figli in età prescolare, ma anche di una maggiore capacità degli editori e degli insegnanti nella promozione … Read More »


Autori tedeschi vs Amazon

Posted on agosto 31st, by Risguardi in Digitale, Editoria. No Comments

Oltre 1000 scrittori tedeschi, austriaci e svizzeri, con il sostegno di centinaia di artisti e lettori, hanno scelto di unirsi alla recente protesta dei 900 colleghi statunitensi riuniti sotto la bandiera di Authors United contro le strategie commerciali di Amazon, accusandolo in una lettera aperta sul New York Times di manipolare le segnalazioni di libri consigliati e di mentire ai clienti sulla effettiva disponibilità delle opere come ritorsione nella controversia sul prezzo degli e-book che da qualche mese oppone il gigante dell’e-commerce americano ad alcuni importanti editori internazionali.

La decisione di pubblicare la lettera attraverso un sito dedicato per sollecitare nuove adesioni è stata presa in vista dell’imminente fiera editoriale di Francoforte e dell’inizio di una nuova stagione di trattative commerciali. L’iniziativa sarebbe solo la prima di una serie di azioni dimostrative tese a sensibilizzare i lettori previste nell’ambito della manifestazione editoriale di ottobre.

Pur facendo riferimento a un mercato editoriale come quello della Germania e dell’Austria — dove, a differenza degli Stati Uniti o della Gran Bretagna, il prezzo dei libri è protetto da leggi che impediscono il ricorso a sconti selvaggi e altre pratiche puramente commerciali, tutelando così la sopravvivenza di editori piccoli o … Read More »


FutureBook Hack 2014

Posted on maggio 16th, by Risguardi in Digitale, Editoria. No Comments

Il 14 e 15 giugno prossimi, la capitale britannica vedrà i responsabili delle più importanti case editrici incontrare esperti di diversi settori dell’informatica nell’ambito di FutureBook Hack alla ricerca di soluzioni innovative per l’industria editoriale. Non è la prima volta che incontri simili vengono organizzati come piattaforme di brainstorming per affrontare i problemi di settori quali media, musica, sanità e perfino interventi d’emergenza; la novità risiede nel fatto che stavolta a finire sotto la lente degli esperti, e con il contributo di così tante menti creative, è il mercato editoriale britannico. Numerosi i soggetti illustri coinvolti nel progetto: da Pan Macmillan, HarperCollins, Simon & Schuster, Penguin Random House e Faber & Faber all’agenzia internazionale William Morris Endeavor (WME) e la rivista The Bookseller fino allo University College London.

L’idea di partenza, lanciata da Simon Trewin della WME nel corso del convegno FutureBook tenutosi nel 2013, è quella di far uscire l’editoria dalla sua torre d’avorio e individuare nuove prospettive attraverso l’interazione con la comunità tecnologica. “Usare il digitale per creare prodotti accattivanti, ripensare i modelli, distribuire più libri e guidare la trasformazione dell’industria”, questa la dichiarazione d’intenti di Nick Perrett, responsabile del settore digitale della HarperCollins.

Read More »