Benvenuti nel sito di Risguardi

Festival du premier roman


Posted on maggio 25th, by Risguardi in Fiere. No Comments

Davvero originale il Festival du premier roman che si tiene a Chambéry in maggio — quest’anno dal 28 al 31 del mese — perché a scegliere gli scrittori invitati è una rete internazionale di lettori che leggono le opere da selezionare, in sette lingue, tra cui l’italiano, e votano la lista di quelle giudicate più meritevoli. Nel processo di selezione sono coinvolti più di cento circoli di lettura in Francia e in altri Paesi europei, oltre a molti istituti scolastici. Alcune classi hanno inoltre lavorato a un progetto di adattamento cinematografico di alcune opere d’esordio, producendo il cortometraggio Filme-moi des mots, che sarà presentato nel corso del Festival.

Il parterre dell’edizione 2015 del Festival, la ventottesima, conta su ventuno autori rigorosamente al loro debutto letterario, che per quattro giorni animeranno dibattiti, letture e incontri con il pubblico. Non mancano i laboratori dedicati alla traduzione, alla scrittura, alla calligrafia e un atelier di formazione per lettori volontari di testi per persone non vedenti o con difficoltà di lettura, iniziativa da sempre legata a questo festival.

Tra gli autori che hanno ricevuto il loro battesimo a Chambéry per poi diventare nomi di spicco sulla scena letteraria: Michel Houellebecq, Amélie Nothomb, Philippe Besson, Mathias Enard, David Foenkinos, ma anche gli italiani Massimo Carlotto, Giuseppe Culicchia e Michela Murgia.

Quest’anno, accanto agli esordienti francesi, troviamo lo svizzero Slobodan Despot con un romanzo sulla Jugoslavia del 1995, la canadese Claudine Bourbonnais, i britannici Nathan Filer e Kate Clanchy, la tedesca Regina Scheer, il portoghese Antonio Tavares, lo spagnolo Vicente Valero e l’italiano Marco Magini con Come fossi solo, doloroso racconto del massacro di Srebrenica.

Per facilitare l’accesso alle opere, il Festival ha sviluppato una piattaforma di lettura in streaming che permette di leggere e di commentare i romanzi proposti dal team organizzatore.

La manifestazione è cresciuta nel corso degli anni grazie anche alla capacità di aggregare partner istituzionali e privati sempre più numerosi, che vanno dal Ministero della Cultura al Comune di Chambéry al Centre National du Livre a diversi Istituti Culturali stranieri in Francia fino a includere giornali, librerie, ristoranti, alberghi e strutture turistiche della regione.

 





Comments are closed.