Benvenuti nel sito di Risguardi

Tag: narrativa contemporanea

Import/Export diritti 2016

Posted on dicembre 10th, by Risguardi in Editoria, Fiere. Commenti disabilitati

Nell’ambito del programma professionale di Più Libri Più Liberi 2016, l’incontro “Vendere e comprare diritti. Quando le fiere cambiano la geografia” ha presentato un quadro dell’andamento dell’import ed export editoriale nel 2016.

La vendita  dei diritti all’estero segna un +5,9%, pari a 6.229 opere cui vanno aggiunte 1.075 coedizioni, confermando la capacità degli editori italiani di proporre efficacemente il proprio catalogo sui mercati stranieri.

Cresce del 13,5% la vendita all’estero di opere per bambini e ragazzi, passando in dieci anni dal 28,8% al 37,9% e confermandosi la punta di diamante dell’export italiano. Balzo in avanti anche per la narrativa italiana, dal 17,7% del 2007 all’attuale 35,4%, con un orientamento sempre più deciso verso la narrativa di genere e una pluralità di voci e scritture molto più evidente rispetto al passato.

Alla crescita dell’export corrisponde un calo del 4,8% nei titoli acquistati e, di conseguenza, nelle traduzioni. A fare la parte del leone nell’acquisto dei diritti è la narrativa (34,8%), seguita, quasi a pari merito, dalla letteratura per bambini e ragazzi (17,7%) e dalla saggistica (17%). Un fenomeno interessante è la crescita delle coedizioni realizzate con editori stranieri, soprattutto nel segmento ragazzi (57,7%) e illustrati (11,5%).

Read More »


Sovvenzioni / Svizzera

Posted on dicembre 4th, by Risguardi in Editoria. No Comments

Le traduzioni sono un elemento importante del panorama editoriale svizzero. I finanziamenti pubblici sono perlopiù destinati alle traduzioni di opere di autori svizzeri, come è il caso dei contributi ai costi di stampa versati dalla Fondazione per la Collaborazione Confederale nell’ambito di Collana ch, un progetto che dal 1974, grazie a contributi versati da tutti i Cantoni, contribuisce al finanziamento di 5-8 libri all’anno. Sostegno di cui, purtroppo, non tutti gli editori riescono a beneficiare e i cui criteri selettivi — secondo alcuni, come Daniela Koch della Rotpunktverlag di Zurigo — non sono sempre comprensibili.

Nel caso del Canton Ticino, si è assistito a un ridimensionamento dei finanziamenti attraverso la scelta di sostenere solo opere con chiari riferimenti alla realtà cantonale, decisione che a Magda Mandelli, addetta stampa della casa editrice ticinese Casagrande, è apparsa come “una preoccupante forma di chiusura e di campanilismo”.

Sul fronte dei finanziamenti pubblici, un importante contributo viene anche dalla Fondazione Pro Helvetia, che eroga circa mezzo milione di franchi all’anno a copertura dei costi di traduzione, sostegno giudicato ormai insufficiente, tanto che con il nuovo messaggio sulla cultura per gli anni 2016-2020, approvato dalle Camere Federali, è stata avanzata una … Read More »


Festival du premier roman

Posted on maggio 25th, by Risguardi in Fiere. No Comments

Davvero originale il Festival du premier roman che si tiene a Chambéry in maggio — quest’anno dal 28 al 31 del mese — perché a scegliere gli scrittori invitati è una rete internazionale di lettori che leggono le opere da selezionare, in sette lingue, tra cui l’italiano, e votano la lista di quelle giudicate più meritevoli. Nel processo di selezione sono coinvolti più di cento circoli di lettura in Francia e in altri Paesi europei, oltre a molti istituti scolastici. Alcune classi hanno inoltre lavorato a un progetto di adattamento cinematografico di alcune opere d’esordio, producendo il cortometraggio Filme-moi des mots, che sarà presentato nel corso del Festival.

Il parterre dell’edizione 2015 del Festival, la ventottesima, conta su ventuno autori rigorosamente al loro debutto letterario, che per quattro giorni animeranno dibattiti, letture e incontri con il pubblico. Non mancano i laboratori dedicati alla traduzione, alla scrittura, alla calligrafia e un atelier di formazione per lettori volontari di testi per persone non vedenti o con difficoltà di lettura, iniziativa da sempre legata a questo festival.

Tra gli autori che hanno ricevuto il loro battesimo a Chambéry per poi diventare nomi di spicco sulla scena letteraria: Michel Houellebecq, Amélie … Read More »


Sovvenzioni alle traduzioni

Posted on maggio 6th, by Risguardi in Editoria. No Comments

Tra gli strumenti principali per favorire la diffusione della letteratura all’estero ci sono i sovvenzionamenti alle traduzioni. In occasione del XXVIII Salone del Libro di Torino, Booksinitaly  offre gratuitamente la pubblicazione Premi e incentivi alla traduzione 2015, curata da AIE-Associazione Italiana Editori in collaborazione con il Giornale della Libreria, in cui sono elencate le modalità per accedere alle sovvenzioni erogate dai  Paesi esteri a sostegno della traduzione.

In Italia, i finanziamenti erogati agli editori stranieri per la traduzione di opere italiane sono gestiti dal Ministero degli Affari Esteri. Anche se nel 2013 e 2014 il contributo è sceso da 220 a 196.000 euro, il numero di Paesi che si sono avvantaggiati di tale opportunità è salito da 30 a 38, con un aumento significativo del numero di titoli per cui è stata presentata richiesta di sovvenzionamento: da 107 a 154 (+44%), principalmente opere di autori contemporanei pubblicate da medi e grandi editori.

L’orientamento degli editori stranieri verso le sigle italiane più note evidenzia la difficoltà dei piccoli editori nostrani nel conquistare visibilità internazionale e nell’accedere agli strumenti disponibili per farsi conoscere all’estero (stand nelle fiere editoriali, finanziamenti…), come emerge da una recente analisi del Giornale della … Read More »


Fiera di Bologna 2015

Posted on aprile 19th, by Risguardi in Editoria, Fiere. Commenti disabilitati

L’edizione 2015 della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna ha visto un 10% di incremento nel numero di visitatori stranieri, con oltre 35.000 presenze e 1200 espositori di 77 Paesi.

La fiera, aperta solo agli operatori professionali, è stata preceduta dal Weekend dei Giovani Lettori una settimana dedicata a famiglie e bambini, con 32 workshop ed eventi speciali, inclusa una seguitissima retrospettiva dedicata al 150º anniversario della pubblicazione di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Il giorno prima della fiera, produttori e sviluppatori di app per bambini si sono riuniti per la seconda edizione di Dust or Magic, incontro annuale dedicato alle nuove tecnologie, che quest’anno ha visto My Very Hungry Caterpillar della irlandese StoryToys vincere il BolognaRagazzi Digital Award. Nel discorso di apertura, Warren Buckleitner, fondatore del Dust or Magic Institute ha sottolineato l’importanza di creare  una “squilibrio” nel processo di apprendimento, cioè, un elemento di confusione positivo nella mente del bambino che favorisca la crescita e i nuovi apprendimenti. Per quanto riguarda il design, Buckleitner si è detto favorevole a un approccio il più possibile minimalista: “Capire quando lasciare lo spazio in bianco. Capire quando è il momento di lasciare che il bambino prenda il … Read More »


Entropía, Argentina

Posted on settembre 6th, by Risguardi in Case editrici. No Comments

Entropia: grandezza che misura il disordine in un sistema fisico.
Nata a Buenos Aires nel 2004, in un momento di grande fermento e rinnovamento del sistema letterario argentino, la casa editrice Entropía ha scelto sin da subito di misurarsi con il “caos” delle nuove proposte, cogliendone gli aspetti di novità per valorizzarli.

La scommessa dei quattro soci fondatori – Valeria Castro, Sebastián Martinez Danieli, Gonzalo Castro e Juan Manuel Nadalini – è stata quella di avvicinarsi ad autori nazionali assolutamente esordienti o ancora poco noti e di trovare “divergenze ragionate e coincidenze intuitive” per arrivare di comune accordo a scegliere un manoscritto e a rischiare di farne un libro commerciabile.

Come spesso accade per progetti editoriali di nuova creazione, in cui ciascun componente del gruppo porta i suoi gusti e le sue letture, il catalogo, e quindi la cosiddetta linea editoriale, non ha preso forma sin dall’inizio. Si è andato piuttosto definendo man mano che alcune tendenze si sono affermate e che le risposte del pubblico e della critica hanno premiato questo o quell’indirizzo.

Scorrendo i titoli di Entropía si ha perciò la sensazione – più che del caos – del dinamismo dei suoi editori che, … Read More »