Benvenuti nel sito di Risguardi

Aline Templeton

Aline Templeton, Scozia, Gran Bretagna
ALINE TEMPLETON

Scozia

Evil for Evil
Allison & Busby, Londra, 2012, (paperback) 2013, 480 p.

Leggi il primo capitolo dell’opera in traduzione italiana
Scheda bio-bibliografica dell’autrice
Evil for Evil su Pinterest

 

Questa straordinaria nuova uscita della serie Marjory Fleming ha molte qualità della protagonista: sobria, intelligente e per nulla incline alla teatralità o all’esagerazione. Templeton non si limita a scrivere un thriller, ricrea una società.
Daily Record

Proprio quando pensavamo che la Scozia fosse satura di detective, Aline Templeton ha dimostrato che una donna forte può ancora farsi strada e trovare il suo spazio.
The Scotsman

SCHEDA DI LETTURA DELL’OPERA

La scoperta fortuita di uno scheletro incatenato in una grotta di una remota e disabitata isola scozzese segna l’inizio di una serie di episodi violenti che sconvolgono l’apparentemente quieta esistenza degli abitanti del vicino villaggio di Innellan. Il bersaglio dell’escalation di violenza sembra essere l’enigmatico Matt Lovatt, ex maggiore dell’esercito e attuale proprietario dell’isola, considerato un intruso e malvisto da molti per il suo tentativo di avviare in zona un progetto di riabilitazione per i soldati vittima di traumi. Ma Lovatt non è l’unico ad avere delle ombre nel proprio passato: dall’infido Kerr Brodie, braccio destro di Lovatt coinvolto in un traffico di droga, alla sensuale e impenetrabile Elena arrivata a Innellan sulle tracce di una tragica infanzia, fino alla rissosa combriccola di avventori del pub locale ostili a chiunque venga da fuori e decisi a difendere a tutti i costi i propri interessi.

Chiamata a indagare sull’intricato caso in un momento particolarmente delicato della propria vita familiare, l’ispettrice di polizia Marjory Fleming dovrà accantonare i problemi personali per fare i conti con le faide e i segreti della reticente comunità, portando alla luce una complessa e antica trama di abusi e vendette che lega tragicamente tra loro gli abitanti di Innellan.

Strutturato come un classico mystery, Evil for Evil, settimo capitolo della fortunata serie incentrata sull’ispettrice Marjory Fleming — ma perfettamente godibile anche come romanzo a se stante — si inserisce a pieno titolo nella vivace tradizione del romanzo giallo scozzese. Un filone narrativo che affonda le sue radici in quella peculiare combinazione di attrazione per il perturbante e umorismo nero che caratterizza gran parte della letteratura scozzese, dal settecentesco James Hogg delle Confessioni di un peccatore giustificato, allo Stevenson del Dottor Jekyll e Mister Hyde, passando per la cerebralità del Conan Doyle di Sherlock Holmes, fino alla nouvelle vague degli scrittori del cosiddetto Tartan Noir con le loro trame urbane e suggestioni hardboiled.

Aline Templeton riesce a conquistarsi una nicchia in questo affollato panorama grazie alla scelta di radicare le sue storie nel contesto socio-geografico delle piccole comunità rurali della Scozia e a una narrazione sobria ed elegante, ispirata alla tradizione del poliziesco classico e scevra dagli aspetti più crudi del genere noir.

Evil for Evil non costituisce eccezione, facendosi apprezzare per l’ambientazione suggestiva, ricca di rimandi alla cultura locale, la grande attenzione per i dettagli e l’alternarsi di scene realistiche e descrizioni poetiche, una delle cifre stilistiche della scrittrice. Sostenuta da un ritmo incalzante e da numerosi colpi di scena, la trama è articolata in diversi intrecci secondari che seguono le vicende dei vari personaggi, ciascuno con un ruolo chiave nella storia, quasi in un’alternanza di punti di vista soggettivi. Particolarmente curati la caratterizzazione e l’approfondimento psicologico dei personaggi, sempre credibili nelle loro reazioni, sui quali campeggia la figura della protagonista Marjory Fleming, alle prese con i problemi di una donna moderna divisa tra lavoro e famiglia, e per questo più autentica e vicina al lettore.

 Se interessati all’opera, contattare info@risguardi.it