Benvenuti nel sito di Risguardi

Guille Thomazi

Guille Thomazi
GUILLE THOMAZI

Brasile

Gado novo
Editora 7 Letras, Rio de Janeiro, 2013, 68 p.

Leggi un capitolo dell’opera in traduzione italiana
Scheda bio-bibliografica dell’autore

Gado novo su Pinterest

 FINANZIAMENTI ALLA TRADUZIONE  Disponibile vasto programma di sostegno alla traduzione e promozione di autori brasiliani a cura della Fundação Biblioteca Nacional.

Gado novo ha un suo linguaggio e un suo passo.
Cristovão Tezza, scrittore

Collezionando elogi, il romanzo di esordio di Guille Thomazi diventa una sceneggiatura per il cinema.
Amálgama, atualidade e cultura

SCHEDA DI LETTURA DELL’OPERA

In un luogo imprecisato della regione del Mato Grosso, una ragazzina viene assassinata. Cinque personaggi sono toccati da questo delitto. Uno di loro cerca l’assassino per punirlo; gli altri entrano a diverso titolo nella storia, anche se non hanno assistito al crimine o addirittura non ne hanno ancora avuto notizia.

Isabel, la ragazzina uccisa, è stata vittima di abusi sessuali da parte del patrigno, con la connivenza della sua stessa madre. È una bambina cresciuta senza la possibilità di scegliere, che ha conosciuto soltanto rapporti di soggezione. Né più né meno come il gado novo, il bestiame giovane del titolo, alla completa mercè degli uomini .

In ogni capitolo ciascuna delle voci narranti, limitandosi a raccontare i fatti occorsi in una giornata, offre al lettore gli elementi con cui man mano si compone il quadro d’insieme che, alla fine della breve narrazione, apparirà in piena luce.

Sullo sfondo, il calore di un incendio che consuma il bosco e che non si riesce a spegnere. Come in un film, le inquadrature alternano primi piani sui protagonisti e sulla stessa scena del delitto a campi lunghi che  riprendono gli interminabili spazi tra una fazenda e l’altra.

A questo distendersi del paesaggio naturale si contrappone, sul fronte della narrazione, un ritmo incalzante, fatto di frasi brevi, a volte tanto aspre e crude da essere disturbanti.

Il breve romanzo di Thomazi rinuncia agli scenari urbani per riportarci a quell’altro immenso paese che è il Brasile rurale, scegliendo di ambientare l’azione in una di quelle zone dove la natura è più ostile e si fa più dura la lotta dell’uomo per domarla. Un orientamento questo – più “naturalistico”, più asciutto – che ha dato grandi capolavori nel passato, basti pensare a Graciliano Ramos o a Guimarães Rosa, ma che sembra piuttosto trascurato, per non dire assente, tra gli autori brasiliani dei nostri giorni.

 Se interessati all’opera, contattare info@risguardi.it